OBIETTIVO PRINCIPALE

Ridurre e prevenire l’inquinamento provocato dai rifiuti marini incoraggiando l’evoluzione dei comportamenti ed il cambiamento sociale.

 

OBIETTIVI SPECIFICI

PEDAGOGICO

Sensibilizzare i consumatori ed i cittadini al problema dei rifiuti marini promuovendo le soluzioni sostenibili esistenti e incoraggiando l’impegno civile in un’ottica di responsabilizzazione.

SCIENTIFICO

Raccogliere dei dati sui rifiuti recuperati tramite la quantificazione e la scienza partecipativa per alimentare la ricerca e l’innovazione in materia di rifiuti marini.

POLITICO

Sostenere le campagne di lobbying istituzionale ed industriale per contribuire all’evoluzione della legislazione e dei sistemi produttivi e di consumo aventi un impatto sulla questione dei rifiuti marini.

ALCUNE CIFRE SULLE OCEAN INITIATIVES

100000
PERSONE
sensibilizzate al problema dei rifiuti marini
+ 1000
RACCOLTE
di rifiuti marini ogni anno
60000
PARTECIPANTI
alle operazioni di raccolta o ad altre azioni volontarie
34
PAESI
coinvolti nella campagna

23° Edizione: « Un dispositivo sempre più accessibile per sensibilizzare il maggior numero di persone al problema dei rifiuti marini e per incoraggiare i cittadini a diventare parte integrante della soluzione »

Mi impegno

DIFFONDO IL MESSAGGIO

Mi faccio portavoce delle “Ocean Initiatives” e mi impegno a diffondere il messaggio pedagogico al mio entourage.


PARTECIPO AD UNA RACCOLTA

Partecipo ad una raccolta nelle vicinanze.


Partecipare ad una raccolta

ORGANIZZO UNA RACCOLTA

Realizzo un’azione di sensibilizzazione organizzando una raccolta.


Organizzare una raccolta

Per andare oltre?



COMPLETO LA SCHEDA BILANCIO

Partecipo alla componente scienza partecipativa delle «Ocean Initiatives» inviando i dati sui rifiuti raccolti.

ANTEPRIMA DELLA SCHEDA BILANCIO

MI INFORMO SUI RIFIUTI MARINI

Seguo una formazione sui rifiuti marini sulla piattaforma di e-learning di Surfrider Foundation Europe.

OCEAN CAMPUS

SEGUO L?ATTUALITÀ DEI RIFIUTI MARINI

Mi tengo informato seguendo l’attualità dei rifiuti marini grazie alla newsletter di Surfrider Foundation Europe.

ABBONARSI ALLA NEWSLETTER

 

PARTECIPO A
?BAN THE PLASTIC BAG?

Mi impegno a prendere parte alla campagna “Ban the plastic bag” per vietare la distribuzione dei sacchetti di plastica usa e getta in Europa.

BAN THE PLASTIC BAG

FIRMO UNA PETIZIONE

Faccio sentire la mia voce alle istituzioni firmando una delle petizioni di Surfrider Foundation Europe.

LE PETIZIONI

Storia ed evoluzione

  • 1995

    Il ministro dell'ambiente del Governo francese lancia un progetto chiamato "Grande pulizia di primavera", con lo scopo di sensibilizzare il maggior numero di persone riguardo i problemi legati all'inquinamento e all'ambiente.

  • 1999

    Il Governo decide di non organizzare più le raccolte annuali. Surfrider, forte dei 4 anni di mobilitazione crescente, sceglie allora di prendere il testimone. Quell'anno viene organizzata a Biarritz la Ocean Initiative, un salone interamente dedicato alla questione della protezione del litorale.

  • 2001

    In Francia vengono organizzate sempre più raccolte e avviene un cambiamento a livello sia europeo che internazionale.

  • 2003

    La "Grande pulizia di primavera" prende ufficialmente il nome di Ocean Initiatives, dato che il programma non prevede più esclusivamente operazioni di pulizia ma, soprattutto, di sensibilizzazione all'ambiente.

  • 2006

    Le Ocean Initiatives si modificano integrando un elemento di scienza partecipativa. I partecipanti sono invitati a riempire una scheda bilancio che permette di quantificare e qualificare i rifiuti ritrovati.

  • 2008

    Le Ocean Initiatives prendono una nuova piega. Sapendo che l'80% dei rifiuti presenti nell'oceano provengono dall'interno, vengono organizzate delle raccolte anche lungo gli argini dei fiumi, dei laghi e dei ruscelli.

  • 2009

    La campagna è incentrata sul riconoscimento dei macrorifiuti come fonti inquinanti. I macrorifiuti erano fino a quel momento considerati come un semplice "fastidio visivo"! Questa campagna giunge al termine nel 2010 con la Direttiva Quadro sulla Strategia per l'Ambiente Marino, la quale inserisce i rifiuti acquatici nella lista dei descrittori da prendere in considerazione nella definizione dello stato ecologico delle acque.

     

  • 2010

    Surfrider lancia una grande campagna contro la plastica e contro i sacchetti di plastica usa e getta. In effetti, i rifiuti trovati in mare sono per il 70-90% di plastica.

  • 2011

    Surfrider lancia una campagna con lo scopo di convincere i commercianti a non distribuire sacchetti di plastica nei loro negozi.

  • 2012

    Surfrider si unisce alla campagna lanciata da Surfrider Foundation US "Rise Above Plastics", che ha come obiettivo la sensibilizzazione sulla plastica monouso e l'effetto devastante che il suo utilizzo può avere su ecosistemi marini e terrestri.

  • 2013

    Viene lanciata una petizione per chiedere di vietare in Europa i sacchetti di plastica monouso. Vengono così inviate 22583 lettere a Janez Potocnick, commissario europeo per l'ambiente, contenenti la richiesta di vietare i sacchetti di plastica monouso. Lo stesso giorno, l'Unione Europea annuncia delle misure per ridurre gli articoli di consumo usa e getta in Europa.

  • 2014

    La campagna 2014 punta nuovamente ad una presa di coscienza del cittadino riguardo al fatto che l'80% dei rifiuti acquatici proviene dall'entroterra e che tutti siamo coinvolti in questa problematica.

  • 2015

    Surfrider punta ad un vero e proprio cambiamento nell'atteggiamento del cittadino.

  • 2016

    Forte del successo degli ultimi 20 anni, la campagna si rinnova nel messaggio e nel formato per continuare la sua lotta contro i rifiuti marini e per sensibilizzare il maggior numero di persone a questo problema.

Partner Finanziatori


Ministère de l'Environnement, de l'Énergie et de la Mer. Ministère de la ville, de la jeunesse et des sports. Ademe - Agence de l'environnement de la Maîtrise de l'Energie Région Nouvelle Aquitaine Conseil Départemental 64 Conseil Départemental 33

 

Fondation Bouygues TelecomPhytodess Léa Nature       Liza pour une mer en bleus Booking Océan, Nature & Environnement Klean Kanteen Parley for the Ocean

Partner Comunicazione


Y&R Paris Exterion Media NRJ Surf Report Surfer Rule

Partner Operativi


Fédération Française d'Études et de Sports Sous-Marins FUAJ Ligue de l'enseignement Seas at Risk France Nature Environnement European Environment Agency Let's Clean Up Europe